skip to Main Content
Design: Francesca Mo / Www.francescamogioielli.it / @francescamojeweldesign

Francesca Mo, architetto e designer milanese, ha presentato Sberlüsc / Sparkling,  alla Galleria Subert di Milano.

La nuova collezione Twinkle, è una Limited Edition Jewelery composta da anelli, bracciali, pendenti e orecchini.

Piccole forme leggere e scintillanti.

 

 

 

 

Francesca Mo gioielli

Ph: Fabrizio Stipari

 

 

Francesca Mo, è una donna delicata e visionaria, designer ed architetto, che ha tramutato la sua passione per la gioielleria in una racconto artistico.

 

Francesca Mo

 

Less is more, la celebre affermazione, è totalmente interpretata in questa nuova serie di gioielli, dove, eliminando ogni eccesso, si riesce a vedere e percepire la luce.

 

Twinkle, è composta da sottili montature in oro, argento o bronzo, pronta a valorizzare ogni preziosità, consolidando, in queste nuove creazioni, l’essenza stessa del gioiello.

 

Pensare ai gioielli, come oggetti ultra preziosi, anche un po’ vistosi, per Francesca Mo non è contemplato.

 

 

 

Sono le pietre preziose, che risaltano, per varietà di colori e tipologie: il giallo caldo dei topazi e dei citrini, il viola intenso delle ametiste e il lilla degli ioliti, i riflessi degli zirconi, le variopinte tormaline, il rosso intenso dei granati, cui si aggiunge la purezza dei preziosissimi diamanti.

Niente di ridondante.

 

Twinkle

 

Anelli sottili, che ricordano epoche passate, montature e orecchini quasi invisibili, che indossati donano un punto luce segreto ma sostanziale.

 

Ph: Fabrizio Stipari

La gioia dei Twinkle si esprime propio attraverso la gioia di poterli indossare, da soli o insieme.

Le linee essenziali e i possibili abbinamenti, rendono bello e giocoso il mix and match su due o tre dita per volta, combinando metalli, pietre e colori diversi, creando un’effetto arcobaleno, armonioso.

 

Ph: Fabrizio Stipari

 

 

La storia e le realizzazioni di Francesca Mo, in questi anni, raccontano del suo minimalismo e della ricerca alla creazione preziosa, che non trascenda.

 

 

La sua carriera in questo campo è scandita da mostre e da parecchie collezioni.

La prima – Vetri di Mare

La seconda collezione, gli Arlecchini, nasce da residui di mattonelle lavorate dal mare, dove la terracotta conteneva avanzi di smalto colorato che sono paesaggi, schegge di colori, nuvole.

Con Ghiaccio si passa dalle forme arrotondate dalla natura al taglio netto e preciso del vetro lavorato dall’uomo.

 

Elementi della natura che si fondano con la sua natura, delicata e semplice.

I gioielli sono per Francesca Mo, come dei piccoli elementi naturali anch’essi, dei ritrovamenti.

 

Arriviamo alla collezione I movimenti del tempo, il tempo incanta l’artista e poi Clessidre, dove la sabbia diventa preziosa, intrappolata nelle creazioni.

Poi cominciano anche le sue partecipazioni  al Fuorisalone, fin dal 2014, con una serie di partecipazioni a mostre collettive e presenze personali, dove ha la possibilità di esprimere la sua intrinseca natura artistica mitigata dal quella di disegnatrice di gioielli, quali piccole forme artistiche.

Quest’anno al Fuorisalone 2019, ha presentato le sue creazioni nella zona 5Vie. Un doppio appuntamento per lei: i Narcissus  esposti alla Galleria David Sorgato, ed una selezione del suo lavoro di designer di gioielli, nelle piccole e raffinate vetrine del San Maurì Bistrot.

Per trovarla visitate il sito Francesca Mo dove troverete tutti i suoi contatti.

Back To Top