skip to Main Content
ALCHMAG 27. QUZHOU LUMING PARK

La Biennale Internazionale del Paesaggio di Barcellona in mostra al Museo del Paesaggio di Verbania

 

Nell’ambito delle attività del suo Centro Studi, dal 17 novembre 2018  al 6 gennaio 2019, il museo di Verbania, ospita, una mostra multimediale, che raccoglie tutti i progetti presentati in concorso alla decima edizione della Biennale Internazionale del Paesaggio di Barcellona. 

 

 

La Biennale di Barcellona è stata riconosciuta negli anni come un punto di riferimento essenziale nel campo dell’architettura del paesaggio.

Un occasione imperdibile di vedere da vicino e capire, quali e quanti sforzi si stanno facendo per riprogettare nuovi modi di architettare il paesaggio, di prenderne parte coscientemente, arricchendolo solo di armonie e architetture condivise e non invasive.

 

 

Lo scorso settembre, la rassegna si è svolta a Barcellona, radunando un pubblico di architetti, professionisti, accademici e studenti

Oggi con questa mostra si da la possibilità a tutti di fruirne, di capire meglio le dinamiche e i rapporti tra habitat e tutto ciò che lo compone.

Il paesaggio sta con noi, non è solo quello che guardiamo da una finestra.

Le giornate di dibattiti, tavole rotonde e mostre hanno tracciato l’evoluzione contemporanea della disciplina a livello globale, grazie anche all’internazionalizzazione del Premio Rosa Barba, che raccoglie le candidature di progetti paesaggistici realizzati in tutto il mondo.

 

JIAHE RIVER COUNTRY PARK

 

Abbiamo bisogno di riprogettare i nostri habitat, abbiamo la necessità di nuove visioni !

 

I dieci progetti finali sono stati scelti in base a dei criteri basati,  non solo sulla componente estetica, ma alla rilevanza internazionale della proposta, alla capacità del progetto di attivare o catalizzare trasformazioni successive, al valore ecologico e sociale, alla promozione di una visione globale in grado di spingersi oltre la dimensione locale.

 

Linear Park Cuernavaca Railroad Ph Arturo Arrieta

A vent’anni dal suo debutto, il filo conduttore della riflessione rimane sensibile ai temi della contemporaneità con “Performative Nature”. La progettazione del paesaggio diventa chiave di lettura e strumento di azione per le sfide della società.

 

 

I paesaggi di domani saranno il luogo dell’apertura, della partecipazione, della bellezza e della sostenibilità, come si era immaginato potessero essere?

Il cambiamento climatico, la proliferazione dell’intolleranza e la vulnerabilità delle persone potrebbero spingerci a richiuderci, a  fortificare le città in nome della sicurezza?

Il tema della Biennale porta ognuno di noi a fare delle riflessioni, a prendere coscienza per essere insieme, portavoce di scenari futuri.

Le sfide dei designers, per ripensare alla bellezza, per costruire delle nuove performative natures.

La natura parte di noi nel paesaggio e anche nostra consigliera.

 

 

Il pubblico del Museo del Paesaggio ha dunque per la prima volta occasione di avvicinarsi a una selezione di installazioni e progetti di respiro internazionale.

Il percorso guiderà i visitatori tra le sale del Museo, attraverso sei tappe alla scoperta dei progetti. 223 opere selezionate in quattro diversi ambiti espositivi

Articolazione, Transazione, Rigenerazione e Intersezione

oltre ad una raccolta di progetti inviati da  studenti.

 

 

Visitatela!

In hp 27. QUZHOU LUMING PARK

Per ulteriori info

www.museodelpaesaggio.it

[email protected]

Back To Top