skip to Main Content
LNC OVOTECA 01 02

A Bergamo, in occasione di I Maestri del Paesaggio dal 6 al 23 settembre, va in scena la mostra “La straordinaria quotidianità degli oggetti in legno”.

Si tratta di un’esposizione organizzata in occasione della settimana edizione de “IL LEGNO dalla natura alle cose”, un appuntamento che vede  il coinvolgimento della Fondazione Achille Castiglioni.

“IL LEGNO dalla Natura alle Cose _ La straordinaria quotidianità degli oggetti in legno” è un’idea di Alberto Basaglia e Natalia Rota Nodari e coinvolge le 41 aziende del Network IL LEGNO dalla Natura alle Cose, manifestazione voluta ed ideata dalla Fondazione Museo del Falegname.

Ciascuna di queste realtà aziendali coinvolte esporrà il proprio progetto in legno, oggetto o meccanismo, facente parte della propria quotidianità produttiva, ma allo stesso tempo ritenuto geniale per soluzione, per processo realizzativo o per utilizzo.

“IL LEGNO dalla natura alle cose_La straordinaria quotidianità degli oggetti in legno” rappresenta la conclusione di un racconto iniziato a maggio con “100 Achille Castiglioni playing with design and woodnato per raccontare uno dei lati caratterizzanti la personalità di Castiglioni: il gioco. Una attività che ha incluso un’installazione site specific a Bergamo Bassa e la produzione di un puzzle che riporta la sagoma stilizzata del Maestro e 10 pezzi iconici da lui disegnati, ad enfatizzare lo stretto legame tra materiali e architetto. L’obiettivo è mostrare un’inedita percezione degli oggetti e del legno.

Il puzzle insieme alle “Ovoteche” (foto d’apertura) sarà in vendita alla mostra “IL LEGNO dalla Natura alle Cose _ La straordinaria quotidianità degli oggetti in legno” presso il palazzo della Ragione in Piazza Vecchia di Città Alta, in occasione dell’evento I Maestri del Paesaggio dal 6 al 23 settembre.

L’intero progetto promuovere la cultura e l’uso del legno come materia rinnovabile ed ecosostenibile, valorizzando il territorio e le sue eccellenze produttive.

di Greta La Rocca

Back To Top