skip to Main Content
Image2

Da garage a palazzo ultramoderno con appartamenti di lusso. Succede a New York, più precisamente al 152 East 87th street, nell’Upper East Side di Manhattan. Artefice della trasformazione lo studio d’architettura Ismael Leyva che stravolgerà completamente lo stabile attuale e le geometrie architettoniche dell’intera zona residenziale.

 

image1

 

Il progetto, già in fase di realizzazione, espanderà la struttura di sei piani originariamente dedicata solo al posteggio di auto, tramutandola in una torre residenziale di 64 metri d’altezza per diciannove piani dove il filo conduttore sarà il lusso estremo.

image8

Concepita come un moderna lanterna che ricorda i tetti degli edifici della zona di Carnegie Hill District, la struttura si estenderà su quattro volumi distinti realizzati principalmente in metallo e vetro, materiali che si implementeranno alla terracotta e pietra calcarea al piano terra.

La parte anteriore della facciata dell’ex garage sarà composto da quattro blocchi vitrei alti dodici metri che conterranno da nove a dodici appartamenti. Chi deciderà di vivere in uno degli appartamenti di lusso tra Lexington e la Third Avenues avrà a disposizione in media 200 metri quadri di superficie, solo sei domicili saranno invece doppi e dotati di terrazza privata. Nello stabile saranno presenti anche una palestra multilivello, sala ricreazione, sala giochi per bambini, deposito biciclette e 150 posti auto dislocati tra la cantina e secondo piano.

Il piano di ristrutturazione sarà completato nel 2017 e secondo i principali studi di ricerca del settore renderà gli appartamenti della torre residenziale tra i più economicamente quotati dell’intera Upper East Side, con valori di mercato sopra la media attuale.

Soluzioni abitative estremamente moderne e d’elitè, dunque, destinate alla nuova classe alto borghese della grande mela. Se ne fate parte non resta che aspettare qualche mese per cullare il sogno di vivere in una vera e propria “maison” di lusso estremo.

 

image4

 

image3

Back To Top